chi parla di noi e perchè..
le nostre interviste 

 Intervista RSI del 22.12.11,Guarda il video 

Intervista a Flavio Negri, costruttore di presepi ticinese
Apparsa sul numero 2011/2 di GLORIA- semestrale dell’Associazione svizzera Amici del Presepio
 
o      Signor Negri, lei e suo figlio Lucio avete organizzato l'anno scorso la quinta esposizione di presepi di Balerna. Avete presentato anche dei presepi costruiti da voi stessi. Come vi è venuta l'idea di allestire presepi e da quando fate paesaggi e rappresentazioni della Natività e dell’infanzia di Gesù?
Costruiamo presepi da sempre, fin da quando Lucio ha pochi anni. Per noi presepio vuol dire famiglia, stare assieme. È una passione di famiglia che ci coinvolge tutti e ci fa sentire uniti.
Prima costruivamo grandi presepi fatti in casa, poi nel 2002 abbiamo scoperto i diorami e la tecnica catalana e da allora ci dedichiamo alla costruzione di questo tipo di rappresentazioni portandoli in varie mostre in Ticino e in Italia. 
 
o       Prima mi ha raccontato che costruivate presepi molto grandi. Che cosa dobbiamo figurarci per "presepi molto grandi"?
Vuol dire immaginare presepi con una superficie di 9 m2, con montagne alte fino a 150 cm, fiumi e laghi con acqua vera che scorreva e costruzioni curate nei minimi particolari.Era un lavoro che cominciava alla fine dell’estate e per montare tutto insieme ci volevano almeno 3 giorni.
 
o       Frattanto avete ridimensionato i paesaggi. Vuol dire che sono più solo edifici o parti di edifici, stalle ecc.?
Le dimensioni sono diminuite, questo ci permette di avere più cura dei dettagli, delle piccole cose che creano la magia del presepio. Chiaramente ci concentriamo sulla costruzione di edifici o scorci di paesaggi.
 
o       Quali materiali usate o avete usato per paesaggi ed edifici?
Per creare alture, rocce o avvallamenti naturali il polistirolo è il miglior materiale, poi ricoperto con gesso e colorato con colori a base d’acqua. Per gli edifici invece ci riforniamo dai ritagli dei cantieri edili, dove ci procuriamo il cartongesso. Il Cartongesso viene usato per pareti e soffitti ed è di facile lavorazione.
 
o       Seguite degli esempi, degli ideali per il vostro lavoro? Da dove vengono le vostre ispirazioni?
Le nostre ispirazioni nascono in svariati modi. Innanzitutto l’osservazione dei luoghi che visitiamo, come i piccoli paesi italiani. Inoltre Lucio si documenta frequentemente su libri d’arte e atlanti storici trovando sempre nuovi spunti da cui partire per lavorare su un’idea. Tecnicamente e nella cura dei dettagli ci ispiriamo ai grandi maestri spagnoli e italiani.
 
o       Com`é la risonanza dei vostri presepi? Ha cambiato nel corso degli anni?
I nostri presepi hanno cominciato ad essere esposti dal 2004, inizialmente in mostre del Canton Ticino. Nel 2006 abbiamo cominciato ad aprire la nostra mostra a Balerna e questo ci ha aiutato a farci conoscere e a creare collaborazioni con presepisti italiani. Abbiamo aperto anche un sito (www.ippolucio.beepworld.it) e questo ci ha aiutato a farci conoscere. A oggi abbiamo esposto i nostri diorami in varie località, sia in Ticino che in Lombardia: Mendrisio,Bellinzona,Sessa,Sonvico,Paradiso, Cantù, Novedrate, Como e ovviamente a Balerna. La richiesta aumenta ogni anno, i nostri presepi son stati richiesti in posti come Canosa di Puglia, Verona e Greccio. Purtroppo per motivi logistici non ci è possibile far arrivare i nostri presepi ovunque.
 
o       Fate sempre più o meno gli stessi modelli? E possibile comprare i vostri presepi? 
Ci piace variare. Oltre al tema della natività abbiamo creato diversi diorami che rappresentano altre scene dell’infanzia di Gesù, come per esempio il Censimento o la Fuga in Egitto. Per una questione di spazio noi vendiamo i nostri diorami, cosi da poter costruirne sempre di nuovi. Alcuni sono stati comprati da privati o da parrocchie per la loro collezione. Per informazioni siamo contattabili sia telefonicamente che via mail, basta guardare il sito internet.
 
o       Fate anche presepi in base di ordinazioni particolari?
Si, abbiamo già costruito una Visita a S.Elisabetta su ordinazione e anche qualche edificio. È sempre una bella esperienza e siamo ben contenti quando i clienti sonon soddisfatti.
 
o       Come trasmettete le vostre conoscenze? Organizzate dei corsi pubblici per imparare la costruzione di presepi?
Esattamente, organizziamo dei corsi primaverili per imparare tutti i trucchi e le tecniche per costruire un presepio. Abbiamo anche relatori che vengono dall’Italia per insegnare qualche tecnica particolare. Inoltre facciamo anche corsi più particolari sulla Storia e la Simbologia del Presepio.
 
 
o       Quante volte all'anno? Quante persone possono partecipare in un anno?
Di solito il corso è organizzato durante il periodo primaverile, subito dopo Pasqua. Al corso partecipano dalle 20 alle 25 persone di tutte le età. Il corso è sempre un bel momento dove si conoscono nuove persone, ci si confronta e si parla del presepio. È un momento arricchente, anche per noi che siamo li a fare, per cosi dire,“ i maestri“.
 
 
o       Lei e suo figlio siete gli unici che offrono dei corsi per paesaggi o edifici di presepi in Ticino?
Direi di si,il nostro corso è unico nel suo genere. Ai nostri corsi partecipa anche gente che abita in leventina o a Locarno, arrivano da tutto il Ticino.  
 
o       Nel 2011 ci sarà di nuovo un'esposizione?
Stiamo già lavorando alla sesta edizione della mostra di presepi a Balerna che si terrà dal 17 dicembre al 8 gennaio.Avremo come sempre presepi di nostra produzione o che arrivano da varie parti del Ticino e della Lombardia. Non abbiamo mai avuto l’occasione di ospitare presepi che venissero dalla Svizzera tedesca o romanda, speriamo che un giorno si possa realizzare una collaborazione. Cogliamo l’occasione di questa intervista per invitare tutti gli Amici del Presepio a venire a trovarci!
 
o       Quali esposizioni e quali presepi o percorsi di presepi si dovrebbero – secondo la sua opinione – visitare in Ticino?
Sicuramente il percorso di presepi più interessante e originale rimane quello di Vira Gambarogno. Sono molto belle anche le mostre che si tengono al ristorante „I Grappoli“ di Sessa e alla Chiesa del Sacro Cuore a Bellinzona. In questi anni abbiamo però scoperto che il Ticino ha una forte tradizione presepiale e in ogni paese si possono trovare presepi interessanti che meritano di essere visitati.
 
 Grazie tanto Signor Negri!
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!